Il Progetto Giovanile Salus Pallacanestro Bologna ha prodotto e valorizzato nel tempo moltissimi giocatori che militano o hanno militato nella nostra prima squadra di serie C Gold ma anche in categorie superiori, oltre ai tantissimi ragazzi impegnati nei campionati dalla serie C Silver a scendere.

Tu e la tua squadra

Tu e la tua squadra

Gli obbiettivi chiari di una società orientata ai giovani hanno portato nel corso degli anni a ottimi risultati in termini sia di crescita dei giocatori che di risultati agonistici: il progetto 1989/91, portato avanti da allenatori come Marco Tabaroni e Luca Ansaloni, dopo gli ottimi risultati nei campionati d’eccellenza, ha concluso il proprio percorso con la vittoria del campionato regionale Under 21 nella stagione 2009/10.

Il nuovo corso prende le mosse dalla prima annata di reclutamento nel Quartiere Navile i nati 1998 e ormai completa, categoria per categoria, un settore giovanile in continua crescita che partecipa con soddisfazione a diversi campionati d’Eccellenza, d’Elite e importanti tornei nazionali e internazionali.

Ogni ragazzo è al centro di un progetto di crescita sviluppato a partire dalle sue qualità, capacità, ambizioni e desideri. Il nostro staff organizza gruppi di lavoro che permettono a ogni individualità di inserirsi nel contenitore più adatto al proprio specifico momento di crescita. Siamo convinti che il gruppo e la squadra, per quanto rivestano un ruolo di grande importanza, non siano altro che degli strumenti per raggiungere un obbiettivo: aiutare i nostri ragazzi a migliorare il proprio benessere psicofisico attraverso la disciplina sportiva, imprescindibile strumento educativo

Davide Castrianni,  Salus Pallacanestro Bologna

 

L’idea che sta dietro al lavoro quotidiano in palestra è aiutare i nostri ragazzi a crescere tecnicamente, fisicamente e mentalmente cercando di portare avanti queste tre componenti in contemporanea e adattandole alle specificità di ogni singolo atleta. Far crescere giocatori pensanti che possano operare delle scelte autonome all’interno di un contesto di squadra con regole definite, è una sfida difficile e stimolante: sono convinto che adottare questa metodologia di insegnamento, sapendo che può richiedere molto tempo per essere assorbita, sia più importante che formare giocatori che rispondono semplicemente a dei comandi senza avere coscienza di quello che si sta facendo. Allenare significa trasmettere il modello di pallacanestro che si ha in testa tenendo conto che ogni allievo è un individuo con una propria personalità

Max Bacchilega, Salus Pallacanestro Bologna

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone
Open Days & Iscrizioni
Summer Camp Salus
Archivi